GIF - iconaIl formato GIF nonostante sia stato creato sul finire degli anni 80 sembra godere di una certa longevità e di un ritrovato interesse da parte degli utenti della rete.

Graphics Interchange Format questo il suo nome per intero, è un formato grafico che nella sua forma attuale versione, 89a, fa la sua comparsa nel 1989, introducendo rispetto alla precedente ed embrionale bozza, la possibilità di inserire trasparente di sfondo e immagini multiple.
Caratteristica quest'ultima, che sembra essere la causa del rinnovato interesse e di questa seconda rinascita ad un formato grafico ormai vetusto.
Nel corso degli anni più volte si è prospettata la possibilità che il formato gif dovesse lasciare il passo ai nuovi e più moderni formati grafici in grado di sopperire a quelle originarie lacune prevalentemente dettate dai limiti tecnologici del tempo in cui venne concepito.
Il limite forse maggiore è dato dalla capacità di visualizzare al massimo 256 colori, ma nonostante nel tempo siano state proposte alternative in grado di meglio rispondere alle attuali esigenze, non solo in termini di colori, il formato inventato da Steve Wilhite per l'azienda CompuServe, sembra non risentire di questi attacchi.
Complice di questa rinascita c'è sicuramente il fatto che dal 2004 in Europa sono scaduti i brevetti che consentivano a  Unisys e Compuserve di rivendicare il pagamento per l'uso dell'algoritmo alla base di questo formato, tuttavia il rinnovato successo non sta solamente nella possibilità di utilizzare gratuitamente questo formato. Probabilmente un altro grosso contributo viene dal mondo dei social network ed in particolare da Tumblr.
Grazie al formato GIF è possibile condensare, ad esempio, film di diverse ore pochi rapidi fotogrammi che si ripetono in modo ricorsivo o proporre clip che in modo continuativo ritrasmettono con ossessione la stessa sequenza senza l' ausilio di tecnologie o metodiche particolari.
Il rinnovato interesse ha mosso vari sviluppatori a realizzare software e procedure per aiutare i nuovi fruitori nella creazione di gif animate.

Così il sito GifYt non solo mostra una carrellata di animazioni GIF degli utenti, ma mette a disposizione degli utenti uno strumento per creare di proprie, partendo da un filmato preso da YouTube.
Il sito Like yoyo propone una evoluzione del celebre formato e così anziché vedere una clip ripetersi all'infinito, sarà il passaggio del mouse a determinare lo scorrere della sequenza.
In rete il formato GIF ha dato il via ad una serie di incredibili e suggestive iniziative a cui solo la fantasia può porre limite. Dalle locandine cinematografiche animate, fino ad arrivare ad opere d'arte celebri che con questo formato prendono vita o spezzoni di film ripetuti all'infinito fino a diventare tormentoni o addirittura sintetizzati in una manciata di frames. Pochi secondi dei momenti salienti.
C'è persino un concorso che premia le migliori GIFrealizzate in diverse categorie dall'arte e design passando per lo sport fino a raggiungere animali e natura. Una nutrita e diversificata schiera di categorie in cui cimentarsi per attribuirsi il premio di miglior GIF dell'anno.