Un gruppo di ricercatori dell'Oak Ridge National Laboratory (nel Tennessee, USA) è riuscita ad estrarre una proteina, LHC-II dagli spinaci.
I ricercatori hanno poi aggiunto un liquido contenente copolimeri sintetici ed esacloroplatinato di sodio, quest'ultimo, in presenza di luce solare e di quelle proteine, viene trasformato in platino.

Le proteine sono importanti per la loro capacità di combinarsi insieme ai copolimeri in "fogli", simili alle membrane fotosintetiche delle piante, i ricercatori hanno scoperto poi essere in grado di produrre idrogeno.
Le proteine infatti assorbono luce solare e rilasciano elettroni, che passano nelle molecole di platino, le quali fungono così da catalizzatori per la produzione di idrogeno scindendo le molecole d'acqua.