Pot in potAntiche conoscenze, incontrano moderne tecnologie per dare vita a soluzioni ecologiche e sostenibili e consentire migliori condizioni alle persone in paesi poverii

"Pot in pot" è un'antica tecnica usata ora in molte zone dell'Africa, in particolare nella Nigeria settentrionale dove le comunità rurali estremamente povere conservano gli alimenti deperibili, che si rovinerebbero nel giro di pochi giorni, con questa tecnica che non necessita di elettricità, ma consente di mantenere in un ambiente refrigerato il cibo raccolto o preparato.
Questa antica tecnica sembra che abbia origini estremamente antiche e proviene dalla terra dei faraoni, ma grazie ad un'insegnante Mohammed Bah Abba, figlio di un vasaio, ha rispolverato questa antica tecnologia rendendola disponibile, insegnando ai propri connazionali i rudimenti per realizzare un insolito, ma ecologico ed efficiente frigorifero.
Un'iniziativa questa che gli ha fatto vincere il premio Rolex. Mohammed Bah Abba
La tecnica del pot in pot, che letteralmente significa basso nel vaso, è abbastanza semplice, e necessita di due vasi di terracotta di dimensioni leggermente differenti e di un po' di sabbia.
Il vaso più piccolo va posto all'interno del vaso più grande, e nell'intercapedine così formatosi va messa sabbia che poi andrà bagnata abbondantemente.
Questo sistema consente di mantenere una differenza di temperatura tra l'interno all'esterno di circa 14°-16° centigradi.

Emily CumminsUna giovane inglese Emily Cummins basandosi su questo medesimo concetto ha realizzato una versione più moderna e tecnologica del frigorifero.
Un lavoro compiuto mentre era ancora studentessa e che ora, divenuto progetto concreto, sta contribuendo ad aiutare alcune famiglie del sud dell'Africa.
Il meccanismo di funzionamento di questo frigorifero è essenzialmente il medesimo del pot in pot classico ovvero si basa sull'evaporazione consentendo di mantenere all'interno del recipiente temperature intorno ai 6° centigradi, consentendo quindi di conservare alimenti deperibili come latte e carne fresca.
La creazione della Cummins consiste in due cilindri uno dentro l'altro, quello interno in metallo, mentre l'esterno può essere di qualsiasi materiale compreso il legno. Nell'intercapedine può essere messa sabbia o lana.
Vi sono varie iniziative volte a raccogliere progetti, tecnologie e metodiche antiche che rivisitate o comunque rilanciate potrebbero contribuire a migliorare le condizioni di vita dei paesi poveri, ma anche aiutarci a limitare i consumi energetici e a ridurre l'inquinamento. Se ne siete a conoscenza segnalatecele.