Una storia che oltre agli aspetti morali, tecnici, scientifici e organizzativi nonchè a questioni ancora non completamente rivelate, protette da segreti e documenti classificati, si arricchisce storie di spionaggio e di complottsmo.
Come ad esempio il fatto, che vi sia stato un accordo segreto fra Germania e Stati Uniti. Dove alcuni nazisti avrebbero ottenuto l'immunità in cambio della cessione di alcuni elementi indispensabili alla realizzazione della bomba atomica.
Una tesi che trova conforto in alcuni documenti che riportano il contenuto trovato all'interno di un sottomarino tedesco  i famosi "Unterseeboot" nello specifico U-234 che trasportava ben 560 kg di ossido di uranio oltre ad altre tecnologie belliche.
Il nome della sottomarino in cui alcuni ravvedono una grande somiglianza col nome dell'isotopo sembra essere la ragione di fondati sospetti.
Pensare tuttavia che la cattura della sottomarino sia la chiave di volta nella progettazione delle bombe atomiche è da dimostrare, tuttavia alcuni documenti recenti hanno dimostrato che l'uranio presente a bordo sia stato preso in consegna ed utilizzato durante la preparazione degli ordigni.
D'altro canto l'uso e l'interesse per questo elemento era appena iniziato e non era particolarmente diffuso quindi appare ovvio l'interesse per il carico.
Tuttavia recuperare da un sottomarino dell'ossido di uranio è cosa ben diversa dal progettare e realizzare un dispositivo atomico.
Sembra, ma questa è un'altra storia, che il sottomarino U-234 stesse trasportando uranio ed oro verso il Giappone allo scopo di proseguire e finanziari le ricerche necessarie al proseguo di quell'idea, ormai diffusa in tutto il mondo scientifico, di sfruttare l'enorme potenza dell'atomo, vista l'impossibilità di proseguire in Europa, ma venne individuato dalle forze alleate e costretto alla resa.
È plausibile pensare, che alcuni documenti possano essere stati di ispirazione o una guida il gruppo americano del progetto Manhattan, tuttavia è azzardato pensare che fu solo grazie a questi documenti che gli americani riuscirono a completare rapidamente e con successo la loro corsa alla bomba atomica.
La competizione atomica ha tenuto con il fiato sospeso il mondo per alcuni decenni e che ancora di tanto in tanto riaccende timori e preoccupazioni.
Una piccola curiosità per concludere. Vogliamo segnalarvi che accettando le condizioni di uso di iTunes ci si impegna a non far uso di armi nucleari "Lei accetta inoltre di non utilizzare tali prodotti per scopi proibiti dalla legge degli Stati Uniti, incluso, a titolo esemplificativo, per lo sviluppo, la progettazione, la produzione di armi nucleari, missili, chimiche o biologiche."
Clausola davvero curiosa che esclude dal divieto la progettazione e la produzione di ordigni atomici in abbinamento all'uso di iTunes.