Sneakerbot IIUn impiego un certo innovativo, utilizzare una stampante 3D per realizzare un paio di scarpe, ma alcuni elementi del progetto lo sono.

Le stampanti 3D venivano già impiegate prima della diffusione presso il grande pubblico dalle aziende per realizzare prototipi e validare soluzioni e idee di design, come d'altro canto non è innovativo l'uso nel settore dell'abbigliamento in quanto alcuni tentativi più o meno relegati ad una nicchia sono stati portati avanti da vari designer e anche da aziende.
Il designer spagnolo Ignacio Garcia punta decisamente su questa tecnologia per sviluppare non solo idee ma anche un business.
Nel suo sito, presenta una serie di progetti liberamente scaricabili tra i quali, appunto, un paio di scarpe.
Utilizzando un particolare filamento da lui stesso creato e disponibile in vari colori presso il sito è possibile produrre in proprio un paio di sneakers.

Grazie al materiale flessibile, simile alla gomma le Sneakerbot II, questo il nome nelle scarpe, sono in grado adattarsi ai movimenti del piede senza deformarsi in modo permanente.
Suola e tomaia vengono stampati in un unico passaggio a cui va aggiunto successivamente la linguetta, da stampare separatamente, e le stringhe.
Qualsiasi stampante può essere utilizzato, a patto che le dimensioni consentano di produrre il numero (taglia) desiderato, tuttavia è necessario sostituire l'estorsore con uno appositamente progettato dallo stesso Garcia e particolarmente adatto all'uso di questo filamento elastico.
I progetti in formato STL sono disponibili direttamente sul sito dell'intraprendente designer spagnolo.