Auto ad ariaL'auto ad aria, di tanto in tanto torna alla ribalta per solleticare le fantasie e le speranze di molti automobilisti. Un progetto bizzarro sembra aver preso vita.

Di di automezzi mossi dall'aria compressa se ne parla da tempo, progetti dei primi del secolo scorso sono stati riattualizzati e portati all'attenzione del grande pubblico nel 2001 al motor show da Bologna.
La coppia francese Cyril Negre (figlio) e Guy Negre ( Padre) avevano proposto un innovativo veicolo che nonostante avesse superato alcune sperimentazioni non riuscì ad avere seguito, nonostante le promesse e le tante aspettative, a causa di una serie di difficoltà tecniche.
Negli anni, annunci e smentite si sono susseguite circa la realizzazione prossima di auto destinate al mercato. Promesse rinnovate dal gruppo PSA-Peugeot-Citroen che vorrebbe realizzare un progetto ibrido sfruttando appunto la propulsione d'aria.


Se le grandi aziende contemplano l'ipotesi dell'aria compressa come possibilità interessante di studio per soluzioni ibride, nel 2009 la Motor Development International annunciò la commercializzazione presentando una serie di piani industriali di sviluppo per una mini vettura ad aria compressa, airpod, che sarebbe dovuta entrare in commercio a metà del 2013. Al momento nulla è cambiato sui mercati automobilistici.airpod
La svolta potrebbe arrivare da un poco più ventenne rumeno, Raul Oaida, che con l'aiuto di un imprenditore australiano, Steve Sammartino ha deciso di porre rimedio al problema.

Un'idea nata quasi per scherzo su Twitter ha visto nascere il progetto "Motor Development International"
Un progetto bizzarro che ha unito l'idea della macchina d'aria con il Lego.
Così con oltre 500.000 mattoncini ed altre componenti della celebre azienda danese, il giovane romeno ha realizzato, dopo 18 mesi di lavoro, un'auto perfettamente funzionante, tutta realizzata in lego tranne i manometri le ruote.
256 pistoni azionati ad aria muovono un lauto ad una velocità di 20-30 km/h, velocità sicuramente bassa ma sufficiente a far sì che l'intera opera resti funzionante ed intera.
L'auto costruita in Romania al momento dovrebbe trovarsi a Melbourne in una località non meglio specificata.